martedì 15 settembre 2015

ALICE O ACCIUGA? (Electa Mondadori) di IRENE RIZZOLI a Expo Future Food District - Piazzetta Coop



Librerie.Coop , Coop e Delicius presentano “Aperitivo con l’autore” Conversazioni sul cibo del futuro  presso Expo Future Food District - Piazzetta Coop. Mercoledì 16 settembre alle 19.30 è previsto l’ncontro con Irene Rizzoli per la presentazione del libro ALICE O ACCIUGA? (Electa Mondadori). Interviene  Angela Frenda, food editor del Corriere della Sera. Nel corso della presentazione avrà luogo uno show cooking che vedrà l’acciuga al centro dell’attenzione. Anche i più scettici non potranno che godere di una storia appassionante e bellissima, racchiusa nel libro “Alice o Acciuga?” (Electa Mondadori) di Irene Rizzoli. Librerie coop, ad Expo con una libreria interamente dedicata ai temi dell’alimentazione e del benessere, organizza la presentazione del libro, che sarà introdotto da Angela Frenda, food editor del Corriere della Sera, mercoledì 16 settembre alle ore 19.30 all’Expo Future Food District – Piazzetta Coop. Arrotolata, sotto sale, dolce o piccante; considerata per secoli come un cibo povero, l’alice conosciuta anche come acciuga e con tante altre varianti dialettali, è diventata un alimento irrinunciabile delle cucine di tutto il mondo. E’ un piccolo pesce che nasconde una grande storia e una varietà di usi che si sono delineati nel corso dei secoli.
Irene Rizzoli, Product Development Manager di Delicius Spa, leader del settore per la produzione, commercializzazione e conservazione di questo prezioso pesce, ne racconta la storia con tutte le curiosità che vi ruotano intorno.  Il lettore viene trascinato dalla bellezza delle immagini e dalla intensità inaspettata del racconto di un alimento presente nei piatti degli uomini fin dall’antico Egitto, una storia che  va di pari passo con quella dell’industria conserviera italiana. L’elegante volume inoltre suggerisce preziose idee su come degustare e cucinare l’acciuga in modo creativo. E’ infatti completato da una ricca appendice di ricette alla base dei piatti tipici del patrimonio gastronomico italiano – dagli antipasti ai primi, dai secondi alle torte salate– che valorizzano il gusto e la versatilità dell’acciuga.  Protagonista presso gli antichi Greci e Romani – con il garum, il celebre condimento - e cibo consigliato durante i giorni bui del Concilio di Trento, con il passare del tempo l’acciuga si è imposta anche nelle corti nobiliari perché nessuno poteva sottrarsi al suo sapore delizioso.

La storia di questo pesce nasconde un percorso fatto di passione, di duro lavoro e di creatività (dalla pesca alla salatura, dalla conservazione all’inscatolamento) e si inserisce in un’epoca di grande fermento imprenditoriale, caratterizzato anche dall’evoluzione del design industriale che il libro di Irene Rizzoli delinea con dovizia di particolari.  Il volume prezioso, elegante, con le foto di Stefania Giorgi e l’introduzione di Gioacchino Bonsignore, è scandito da racconti e da documentazioni, arricchito dalla storia famigliare dell’autrice che a partire dal 1892 ha contribuito a creare un vero e proprio distretto parmense delle conserve, in particolare di quelle ittiche, distretto che rappresenta una delle eccellenze italiane nel mondo.

Per consultare il calendario completo degli eventi vai su: www.librerie.coop.it

Nessun commento:

Posta un commento